Prepararsi alla riapertura nel Fitness

Il seguente articolo è una linea guida generale basata sulla situazione dei mercati nei quali operiamo, con particolare influenza della realtà tedesca: del resto Fitogram nasce a Colonia e attualmente,…

lunedì,   |   Reading time: 5 min

Il seguente articolo è una linea guida generale basata sulla situazione dei mercati nei quali operiamo, con particolare influenza della realtà tedesca: del resto Fitogram nasce a Colonia e attualmente, in Germania, è stata già accordata una riapertura. 

Grazie agli sforzi congiunti del sistema sanitario unito alle campagne sulla falsariga di #iorestoacasa la curva di contagio sta discendendo. Ci aspettiamo pertanto che la riapertura graduale venga estesa progressivamente a tutti i paesi europei, Italia compresa, e vogliamo fornirti una guida che ti permetta di “portarti avanti con il lavoro”. 

Abbiamo aggiunto delle considerazioni specifiche per le responsabilità penali per i gestori di centri sportivi e rimandiamo alle fonti. Ovviamente, non appena l’atteso 18 Maggio arriverà, cercheremo di estrapolare le nuove linee guida e presentartele in un altro articolo o in un aggiornamento di questo. Fatta questa premessa, andiamo al sodo! 

AGGIORNAMENTO 18 MAGGIO : rimettiamo alla lettura dell’ ultimo DPCM qua riportato dal sito ufficiale del governo e dalla gazzetta ufficiale. A seguito trovi i dettagli salienti.

Mantenere la distanza di sicurezza 

Le regole di distanziamento sociale non sono destinate a sparire nell’immediato: poco ma sicuro. Qualsiasi siano le linee guida future ci immaginiamo che prevedano il mantenimento di una distanza considerevole tra gli individui, il che implica il dover limitare l’afflusso dei clienti al tuo centro. 

1. Calcola la capienza massima per i tuoi spazi: prevedendo 10 mq per ogni cliente dovrai semplicemente dividere per 10 la superficie totale della tua attività. Hai una struttura di 160 mq? Puoi ospitare fino a un massimo di 16 persone. Considera di tenerti sotto a questo numero considerando la presenza dello staff per una sicurezza addizionale. 
2. Quanto tempo per ogni sessione di allenamento? Cerca di capire la durata media di un allenamento. Se non hai dati storici ai quali fare riferimento considera per esempio 90 minuti. Specifica nella descrizione del tuo evento che si tratta di un allenamento di 60 minuti con dei “cuscinetti” di 15 minuti per la gestione di entrate ed uscite. Devi prevedere delle tempistiche addizionali per gestire l’affluenza al centro e disinfettare le superfici. 
3. Anagrafiche complete: In caso di infezione è importante metterti in contatto tempestivamente con tutte le persone entrate in contatto con l’infetto. Perciò è molto importante avere una visione di insieme dei clienti presenti in ogni blocco di allenamento e disporre di tutti i recapiti delle stesse (telefono, e-mail, indirizzo e magari anche un secondo numero di riferimento). 
4. Un sistema di prenotazione online diventa di estrema importanza per poter controllare tutto il processo e mantenere la sicurezza dei tuoi clienti e dovresti considerare di renderlo obbligatorio per minimizzare i rischi. Trovi spiegato qua come creare gli slot orari di allenamento con la tipologia di evento “appuntamento”.

AGGIORNAMENTO 18 MAGGIO:

Nel DPCM si parla di una riapertura dell’attività sportiva purché venga mantenuta una distanza minima di 2 metri durante le sessioni di allenamento de dell’adozione di sistemi tecnologici tracciare gli ingressi della clientela. Si ricorda che per la data di riapertura – generalmente fissata al 25 Maggio -così come i protocolli igienici, viene lasciata autonomia alle Provincie e Regioni. Si rimanda pertanto alla lettura di fonti ufficiali di tali enti per poter avere una visione di insieme del panorama normativo locale di riferimento.

Responsabilità penale: 

Questo punto non va inteso come un tentativo di scoraggiarti ma solo di informarti sulle problematiche che possono sorgere in caso di infezione per darti dei consigli sul come poterti proteggere da eventuali contenziosi. Ci rifacciamo infatti ai consigli dettati da esperti legali dello studio LCA di Milano che hanno trattato il tema recentemente: potete contattarli per maggiori informazioni e consulenze. 

Premettendo perciò che sussiste responsabilità penale, ecco alcune pratiche che sono considerate utili per dimostrare la volontà di prevenzione del centro in sede legale: 

1. Creazione di un comitato di prevenzione nell’associazione sportiva
2. Dedicare parte dello staff alla gestione dei flussi
3. Seguire rigidi protocolli di igiene in ogni spazio del centro: ingresso, sala e spogliatoi. 
4. Poter dimostrare consulenze in materia di prevenzione 
5. Dotarsi delle ultime tecnologie disponibili per la gestione della riapertura (ovviamente in funzione anche delle risorse del centro)

Sebbene Fitogram non possa aiutarti con tutti questi punti, il nostro software ti permette di tracciare l’afflusso di clientela e dimostrare un tentativo di farlo nel modo più innovativo possibile. Il lato positivo? Non hai costi di investimento: la piattaforma è gratuita e veramente semplice da impostare.

Minimizzare il rischio di contagio: 

Le seguenti raccomandazioni sono sviluppate in collaborazione con esperti ma non vanno intese come sostitutive rispetto a qualsiasi aggiornamento in materia di sicurezza sanitaria dettate dagli organi di competenza. 

– Prevedere circa 20mq per cliente 
– Formare il tuo staff sui nuovi protocolli di igiene 
– Informare i clienti sulle norme di igiene 
– Richiedere l’uso della mascherina 
– Raccomandare di rimanere a casa se insorgono sintomi di malattia 
– Cercare di accertarsi che i clienti non abbiano avuto contatti con infetti durante gli ultimi 14 giorni
– Disinfettare regolarmente le superfici e gli attrezzi tra una sessione di allenamento e l’altra 
– Arieggiare i locali 
– Rendere disponibili disinfettante per le mani all’ingresso della struttura 
– Dotarsi di termometri per il rilevamento della temperatura corporea come stanno facendo nel settore della ristorazione è una buona idea: articolo del Sole24Ore a riguardo.

Speriamo che tutto questo ti possa essere utile! Se fossi interessato ad crea il tuo account FitogramPro e registrarti al prossimo webinar farti un’idea più approfondita delle funzioni principali: tratteremo la gestione delle lezioni online ma i contenuti potranno essere applicati anche alla riapertura… per non parlare della possibilità che ti si aprono per creare un nuovo concetto ibrido di Fitness con alcuni corsi presenziali e altri online! Ti aspettiamo! 

Vorresti esplorare questi argomenti? Facci sapere cosa ti interessa di più votando qua i contenuti del prossimo articolo

More from Fitogram:

Fitness: sicuro? Sì, ma… Qualche accorgimento per i professionisti del settore

In questo articolo cerchiamo di intavolare una discussione che tiene di conto dei recenti aggiornamenti internazionali sulla crisi sanitaria e le sue implicazioni per il settore fitness, proponendo delle idee per poter fronteggiare eventuali peggioramenti e continuare a sostenere la ripresa del settore.  Come di sovente ecco la struttura in paragrafi per chi ha poco […]

Fitness – sviluppare un’applicazione. Perché adesso è il momento giusto?

La nuova stagione è iniziata, come ti sei attrezzato? Hai un nuovo tariffario? Nuovi corsi? Ti sei già digitalizzato? Offri già un portale per gestire prenotazioni e abbonamenti? Come ben saprai già FitogramPro si specializza proprio in questo: darti, gratuitamente, uno strumento di prenotazione e gestione per la tua attività. Ma cosa fare se vuoi […]

Palestra? Tre motivi perché dovresti diventare una fitness boutique

In questo articolo cercheremo di spiegare innanzitutto il concetto di fitness boutique e proporremo 3 motivi per i quali, se hai un’attività nel settore del fitness, potresti voler abbandonare la vecchia struttura, riconvertire gli spazi a tua disposizione e specializzarti in discipline più concrete, soprattutto adesso che il panorama del mercato ha subito uno scossone […]