Estate 2020 tra fitness ibrido e outdoor

Questo articolo intende darti alcune idee e spunti per accompagnarti nell’estate in vista del tanto atteso Settembre. Fa parte della mini-serie estiva che abbiamo inaugurato con un’analisi della situazione del…

mercoledì,   |   Reading time: 4 min


Questo articolo intende darti alcune idee e spunti per accompagnarti nell’estate in vista del tanto atteso Settembre. Fa parte della mini-serie estiva che abbiamo inaugurato con un’analisi della situazione del mercato Italiano del fitness. Buona lettura!

Fitness all’aperto: spiaggie, parchi e laghi

Avendo una prospettiva internazionale, abbiamo potuto constatare come gli sport all’aperto stiano facilitando la ripresa del settore in Olanda, Germanie ed altri paesi europei. Certo, considerando il clima della penisola rispetto al nord Europa si devono gestire meglio le ore di calore, tuttavia perché non proporre allenamenti all’aperto?

Tra casali, spiagge, parchi e specchi d’acqua in pittoresche località, l’italia non manca di luoghi anche appena fuori città da poter adibire ad attività sportive. Yoga, Pilates ed attività simili possono proporre poi ritiri anche di più giorni, pratica comunque diffusa e che può declinarsi in vacanza alternativa per alcuni. 

Oltretutto, queste attività possono essere un’occasione unica per creare dell’ottimo contenuto come foto, stories e video che potrai utilizzare sui tuoi canali digitali a scopo di promozione ed arricchire la tua strategia comunicativa. Inquadrature strategiche, tramonti e rumore del mare, tutti gli ingredienti per il successo digitale. Hai già letto il nostro articolo su come pubblicizzare al meglio il tuo centro online? Lo trovi qua.

Fitness Ibrido

Sebbene sia stata accordata la riapertura dei centri fitness, la frequenza si aggira intorno al 50% ancora, con molti dei clienti che ancora non si trovano a loro agio. Perché non duplicare le lezioni e renderle disponibili sia il loco che remoto? Con FitogramPro puoi gestire sia eventi vis-à-vis che online, come hai imparato in questo webinar. Ti basta creare due eventi, uno virtuale e uno non, alla solita ora. La differenza tra i due verrà indicata dall’apposita icona ma puoi specificarlo anche nel titolo stesso. Questo ti permette poi di ampliare la platea degli spettatori per ognuna delle attività che organizzi.

Dato che l’esperienza in prima persona e online è differente, è ragionevole voler fornire varietà anche dal punto di vista del prezzo. Puoi sfruttare questo periodo anche per introdurre nuovi pacchetti che prevedono questo nuovo mix. Facciamo un esempio pratico. 

  1. 1) Pacchetto Base: Frequenza solo offline – prezzo base 
  2. 2) Pacchetto Virtuale: Frequenza solo online – prezzo minore rispetto a quello base 
  3. 3) Pacchetto Premium: Frequenza on-offline – sovrapprezzo rispetto al base per la flessibilità fornita

Questa strategia ti permetterà di essere un passo avanti alla concorrenza ed adattarti a quello che è il trend emergente: il fitness ibrido, la cui esperienza utente è molto più variegata e flessibile.
Inoltre, in caso di nuovi periodi di chiusura – che tutti scongiuriamo – dotarsi di un’infrastruttura che rende possibile gestire sia l’offline che l’online ti permette di reagire molto più velocemente e dà una sicurezza in più al tuo business. A livello pratico, per gestire questi pacchetti, dovrai creare delle regole di prenotazione, una alla quale assegnare gli abbonamenti per gli eventi online, una per gli eventi offline e… il gioco è fatto. Rifacendoci all’esempio di poco fa, assegnerai l’abbonamento “pacchetto base” alla regola “offline” quello “virtuale” alla regola “online” e il pacchetto “premium” ad entrambe. Maggiori dettagli e il tour interattivo che ti spiega come impostarle.

Questo è il tuo modo di dire al software “voglio che Luca, che ha acquistato il pacchetto Premium, possa prenotarsi in entrambi i formati, a seconda dell’umore della giornata e dei suoi impegni (con due bimbi a casa mica è semplice trovare il tempo di guidare fino al centro!) ma che Francesca e Gianni, che hanno preferito il pacchetto virtuale, non possano bloccare il suo posto alle lezioni in loco ma solo alla controparte virtuale. Non che a Francesca importi, alla fine ha scelto il virtuale perché si trova meglio ad allenarsi a casa, Gianni invece… lui ha acquistato il pacchetto perché ancora non se la sente di tornare… ma magari tra qualche mese… 

Come vedi con FitogramPro hai una marea di possibilità che ti permetteranno di volgere a tuo vantaggio questo periodo di profondi cambiamenti. Sbizzarrisciti! Differenzia la tua attività! Siamo qua per supportarti. Ricorda che il tuo marchio è un essenza che va sviluppata e rafforzata e, quest’anno, saper innovare sarà la chiave di volta per il successo. Al prossimo articolo con fidelizzazione, riattivazione ed esperienza utente! Ti piace questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter qua o seguici su Facebook a @FitogramIT per non perderti tutte le novità.

Cosa? Non hai ancora un account?

Registrati adesso

More from Fitogram:

Lo Yoga in digital: i segreti per diventare Yogi e Yogini 2.0.

Come accennato nell’articolo dedicato alle strategie di marketing per il periodo natalizio e per il Black Friday (leggi adesso) il mercato del fitness sta subendo dei cambiamenti radicali. Tra le attività di tendenza nel fitness che stanno imbrigliano il digitale spiccano l’indoor cycling, il coaching online, le discipline olistiche e soprattutto lo Yoga che si […]

Black Friday & Natale: strategie pronte per l’uso

In questo articolo scopriremo di nuovo qualche concetto di marketing applicato al fitness digitale e introdurremo piccole novità. Ecco la struttura: Introduzione Black Friday & l’ombra del Natale: strategie pronte per l’uso Black Friday frenetico Un Natale diverso  Canale WhatsApp di FitogramPro Conclusione  Introduzione  Nonostante il paese sia diventato un puzzle di colori cangianti con […]

Fitness: sicuro? Sì, ma… Qualche accorgimento per i professionisti del settore

In questo articolo cerchiamo di intavolare una discussione che tiene di conto dei recenti aggiornamenti internazionali sulla crisi sanitaria e le sue implicazioni per il settore fitness, proponendo delle idee per poter fronteggiare eventuali peggioramenti e continuare a sostenere la ripresa del settore.  Come di sovente ecco la struttura in paragrafi per chi ha poco […]