Consigli per la lezione online perfetta

A grande richiesta abbiamo raccolto in questo periodo le migliori pratiche per aiutarti a creare l’esperienza online perfetta. Attrezzatura esterna per migliorare la qualità, decorazioni e altri trucchetti… buona lettura. …

martedì,   |   Reading time: 5 min

A grande richiesta abbiamo raccolto in questo periodo le migliori pratiche per aiutarti a creare l’esperienza online perfetta. Attrezzatura esterna per migliorare la qualità, decorazioni e altri trucchetti… buona lettura. 

1. Lo spazio giusto

Sicuramente lo avrai già notato, ci sono molti spazi che puoi destinare alla tua nuova attività online, basta un po’ di fantasia. Un angolo nella tua camera da letto, nello studio o nel salone può andare benissimo, basta che non si tratti di un ambiente aperto: ti serve almeno una porta per isolarti e minimizzare il rumore circostante. Per poter essere il più professionale possibile, infatti, il silenzio sarà chiave. Cerca di anticipare e controllare l’ambiente: coinquilini, animali domestici e quant’altro. Idealmente la stanza che scegli sarà quella in cui l’isolamento – e la connessione – è ideale.

2. Decorazioni: da non sottovalutare 

L’impatto di una buona decorazione dell’ambiente non è assolutamente da sottovalutare: alla fine si tratta di un’esperienza nuova e i tuoi clienti saranno felici di vedere che presti attenzione ai dettagli. Tuttavia non strafare. Ti consigliamo di mantenere uno stile molto minimalista giacché troppe decorazioni diventeranno solo una distrazione per i partecipanti alla lezione: limita le fotografie, gli scaffali e le cianfrusaglie sullo sfondo! Cerca di trovare un equilibrio integrando pochi elementi essenziali. Una pianta ed una fonte di luce possono bastare. Integra elementi che rimandino alla tua attività: se gestisci un centro Yoga pensa a candele e colori pastello, se, invece, sei un personal trainer hai bisogno di un tocco di colore più acceso ed energico o di qualche attrezzo – un paio di kettlebell o manubri ,per esempio – per completare il quadro. Pinterest è una ottima fonte di ispirazione. Eccoti due esempi: Yoga, Personal Training.

Un altro esempio di uno dei nostri partner Yogalidou! (https://www.instagram.com/p/B96dzhyAcC-/?utm_source=ig_web_copy_link)

3. La configurazione tecnica

Ovviamente una buona esperienza online passa per una configurazione tecnica impeccabile, ecco a cosa devi fare attenzione:

1.Controlla la connessione internet prima dell’inizio del corso e se hai la possibilità considera di passare a una connessione più rapida, è il momento di farlo. Qua potrai testare la velocità della tua connessione. Eccoti poi un  piccolo confronto tra gli operatori internet. Ti interessa avere una buona velocità in upload non solo in download. Si consiglia circa 8 Mbit/s in download e 512 Kbit/s in upload o superiore.

Entra nell’aula virtuale circa 15 minuti prima per limitare le problematiche tecniche.  

2. Attrezzatura esterna che può aiutare ad aumentare la qualità delle lezioni in streaming.

Ovviamente non è un obbligo, alcuni PC e smartphone di ultima generazione hanno un’ottima qualità audio-video. Ad ogni modo, abbiamo pensato di presentare alcune alternative per tutte le tasche. Ovviamente youtube è pieno di videorecensioni che puoi controllare autonomamente! 

Per far sì che i tuoi partecipanti ti possano sentire bene durante l’esecuzione degli esercizi cerca di utilizzare un microfono esterno. 

Auricolari con microfono integrato  (Bluetooth):
– Alternativa più cara: AirPods 
– Alternativa più accessible : Mpow Flame 

Microfoni direzionali:
– Versione con Bluetooth: Movo WMIC50
– Versione con connessione tramite cavo: Rode VideoMicro 

Possibile videocamera: Logitech C920 HD PRO Webcam

  4. Installazione della videocamera e del microfono

Dato che il processo di installazione di qualsiasi dispositivo esterno è legata al  tuo dispositivo principale, non possiamo darti indicazioni precise a riguardo. Allo stesso tempo ogni piattaforma di streaming ha un modo diverso di attivare microfoni e videocamere esterne. 

Zoom chiede in automatico che tipo di fonte audio utilizzare (microfono integrato o altro) non appena accedi alla stanza virtuale. La videocamera esterna può essere selezionata cliccando sulla freccia all’insù presente accanto all’icona. Allo stesso modo, su Skype dovrai portare il cursore sulle icone della videocamera o del microfono e, cliccando, potrai selezionare una fonte esterna audio o video. Trovi sotto gli screenshot che ti mostrano come fare aggiornati al ; nel caso l’interfaccia cambiasse cercheremo di essere tempestivi ed aggiornarli ma puoi sempre notificarlo a [email protected]. Inoltre ti invitiamo a contattare l’assistenza dei rispettivi servizi, Zoom o Skype (o della piattaforma di tua scelta), per poter avere un supporto su eventuali cambiamenti che decidessero di introdurre. 

5. Posiziona l’attrezzatura 

Ci sono un paio di cose alle quali dovrai fare attenzione quando si tratta di utilizzarla una attrezzatura esterna anche se – in generale – puoi considerarle delle linee guida anche se optassi per l’audio e video integrato nel tuo dispositivo.

Cerca di posizionare la videocamera abbastanza lontana per poterti inquadrare interamente durante l’esecuzione degli esercizi e fai delle prove per poter testare sia la qualità visiva che audio: puoi chiedere aiuto a un collaboratore, offrire una lezione gratis a qualche tuo “fedelissimo” per farti aiutare ad organizzare il tutto al meglio o semplicemente registrarti e rivederti per auto-correggerti. Prova, prova, prova: magari ti renderai conto che alcuni esercizi devono essere rimossi perchè il cavo degli auricolari tende a disturbare l’esecuzione. Per questo ti raccomandiamo l’uso di cuffie bluetooth, per le quali qualche prova di qualità audio è comunque necessaria. Se usi un microfono direzionale come quelli che abbiamo indicato nel punto precedente assicurati che sia puntato verso di te. 

6. Un momento di relax

Per poter creare un’atmosfera il più rilassata possibile, cerca di rimuovere ogni distrazione. Smartphone, tablet e computer ci bombardano di notifiche ogni ora, per non parlare dei vari timer e sveglie che magari abbiamo impostato sul nostro orologio… la risposta? Modalità “non disturbare”. Modalità aereo o non disturbare, non importa, l’importante è che tutte le notifiche siano bloccate per la durata di tutto il tuo corso online. 

Ringraziamo Julia di Urban Sports Club che ci ha aiutato a creare questo contenuto e speriamo che possa esserti utile. Inoltre, quali temi vorresti che venissero trattati nel prossimo articolo? 

Uno dei prossimi articoli sarà sulla promozione online del tuo centro, nell’attesa, ti rimandiamo al sito di Amerigo Casadei consulente di Fitness Marketing e partner ufficiale di Fitogram, dove potrai trovare un ottimo alleato per la tua tua strategia comunicativa e promozionale. 

Infine, cosa vorresti leggere nel prossimo articolo? Eccoti un piccolo questionario: rispondendo ci aiuti a fornirti i contenuti che sono più rilevanti per te al momento giusto!

Un saluto, 
Il team Fitogram

Cosa? Non usi ancora FitogramPro?

Registrati ora gratuitamente

Photo created by freepik – www.freepik.com

More from Fitogram:

Migliorare il tuo centro fitness: tre punti che tutti trascurano

Nel seguente articolo scopriremo come poter calcolare il tasso di fidelizzazione, cos’è e – soprattutto – come puoi migliorarlo attraverso l’analisi dell’esperienza utente? Riattivazione clienti, cos’è e come metterla in pratica. Sei pronto? Fidelizzazione La chiave per il successo in qualsiasi attività passa per il concetto della fidelizzazione. Si tratta della capacità di ritenere i […]

Estate 2020 tra fitness ibrido e outdoor

Questo articolo intende darti alcune idee e spunti per accompagnarti nell’estate in vista del tanto atteso Settembre. Fa parte della mini-serie estiva che abbiamo inaugurato con un’analisi della situazione del mercato Italiano del fitness. Buona lettura! Fitness all’aperto: spiaggie, parchi e laghi Avendo una prospettiva internazionale, abbiamo potuto constatare come gli sport all’aperto stiano facilitando […]

Orizzonte Settembre. Il restart del fitness: come prepararsi

I numeri parlano chiaro: non è affatto facile, non sarà una passeggiata, ma non tutto è perduto – anzi. In questo post cerchiamo di fare il punto della situazione del Fitness italiano gettando luce sulle tendenze che stanno emergendo nel mercato con un occhio al presente, per affrontare i mesi estivi, e uno al futuro, […]